martedì 6 gennaio 2009

2009 che anno sarà?

Per il primo post dell'anno ho scelto il giorno che tradizionalmente mette fine alle feste. Quest'anno è iniziato in modod diverso dai precedenti, perchè non sono andato a festeggiae il capodanno coi miei amici. Ho perso definitivamente quelle che consideravo le mie sorelline, ma ne ho acquistata un altra molto piu sincera e vera. Questa temperatura polare e il mio computer in riparazione, mi fanno pensare a domani come ad un giorno difficile per riprendere le mie attività. Spero di aver incontrato anche un altra amica che non mi deluda come molte persone hanno fatto. Le faccio tantissimi auguri per la sua carriera universitaria e spero che anche lei abbia una concezione pausiniana di un bel sentimento come l'amicizia. Un altro grandissimo augurio va alle ragazze della Fiorentina che oggi sopnopartite per Zlatoust dove giocheranno da venerdì a domenica per cominciare la loro avventura europea. Spero che stiano tutte bene e possno affrontare i loro impegni con umiltà, determinazione e cconsapevolezza nei loro mezzi, erchè hanno dimostrato quello di cui sono capaci. Piccolo dubbio sul sorteggio, mi piacerebbe sapere da quando una testa di serie si fa debuttare contro l'avversaria più forte, ma purtroppo queste sono domande troppo difficili. Spero che il 2009 sia l'anno in cui finalmente troverò un lavoro e mi potrò togliere qualche soddisfazione. Auguri a Laura Pausini, che dalla vetta deelle classifiche di vendita, inizierà il suo tour il 5 marzo da torino e riscalderà anima e cuore di migliaia di persone. Io la vedrò l'11 marzo a Firenze e il 14 a Roma, insieme ad una fan molto scatenata, che mi ha già portato un po'di primavera nel cuore. In estate roma ospiterà i mondiali di nuoto e spero che oltre alle stelle del nuoto italiano, possano tornare a brillare le nostre nazionali di pallanuoto e la nazionale magiara femminile, per le quali speriamo che le olimpiadi di Pechino siano state solo una brutta parentesi.
L'anno comincia male anche in Medio oriente, ma spero che ci sia la volontà politica di evitare una guerra permanente, e si possa arrivare alla coessistenza di due stati liberi ed indipendenti. La mia famiglia dovrà affrontare un periodo difficile ma so che siamo abbastanza forti da poterlo superare, con l'aiuto delle persone che ci vogliono bene.

1 commento:

olimpia ha detto...

ciao Ale, sono sicura che se ci crediamo insieme possiamo superare tutto, e vedrai che che la vita sarà così bella che ti dimenticherai dei giorni difficili, faccio un'augurio a tuo padre di pronta guarigione, alle ragazze il mio sostenimento sperando che vincano, a te che finalmente trovi un lavoro a Laura non serve lei ha tutto... spero che guarisca anche il mio braccio e poi via a vedere la Divina un'abbraccio Oly.